Benvenuto su AISPEP - Associazione Italiana Sindromi Pelvico Prostatiche

Menu Principale
· Home
· Articoli
· Commenti
· Downloads
· Raccomandaci
· Sondaggi
· Statistiche iscritti
· Web Links

In risalto
· Questionari · Sostienici
· Forum AISPEP
· Vecchio forum Yahoo

Dallo Staff
· Chi siamo
· Statuto
· Contattaci
· Istruzioni per l'uso
· Ringraziamenti

Cenni di anatomia e fisiologia della ghiandola prostatica

Inviato il 07/11/04 ore 17:11 da aispep
Anatomia e fisiologia
Questa breve introduzione sull'anatomia e sulle funzioni della prostata non vuole essere assolutamente una complessa ed esauriente dissertazione medico-scientifica, che risulterebbe noiosa e di scarso interesse. Riteniamo però che le persone affette da patologie prostatiche possano trarre vantaggio dal ricevere alcune infromazioni di base su questa parte del nostro corpo che tanto ci fa disperare! Conoscere meglio il nostro corpo e, in questo caso, la struttura e le funzioni della prostata, può dare una maggiore consapevolezza del problema, rendendoci più forti nell'affrontare un corretto percorso terapeutico, collaborando attivamente con il medico di riferimento.

Bene! Che cosa è questa fantomatica prostata? La prostata, che in greco significa "che sta davanti" (la vescica), è una ghiandola dell'apparato sessuale maschile, costituita da una componente ghiandolare ed una componente fibromuscolare. La prostata circonda la parte prossimale dell'uretra (condotto che consente il trasporto dell'urina e dello sperma attraverso il pene), trovando la sua collocazione sotto la vescica, di fronte al retto e dietro l'osso pubico. L'organo viene spesso descritto avente la forma di una noce o di una castagna e raggiunge nell'adulto un peso di 20-25 grammi, un diametro longitudinale di circa 30 mm ed un diametro trasverso di circa 40 mm. Lo sviluppo della prostata inizia a partire dallo stadio embrionale del feto, continua durante il periodo neonatale e si completa durante la pubertà, periodo durante il quale i livelli ormonali (specialmente testosterone) diventano elevati e la prostata inizia a produrre proteine ed altre molecole.

Da un punto di vista prettamente anatomico la prostata viene suddivisa in tre differenti zone:
  1. La zona periferica: rappresenta circa 2/3 dell'intera prostata ed è la parte che il medico può esaminare durante l'esplorazione digito rettale.
  2. La zona centrale: la parte più interna che circonda i dotti eiaculatori.
  3. La zona di transizione: costituita da due piccoli lobi che circondano l'uretra. Questa è la parte di prostata che tende ad ingrandirsi durante l'insorgenza della cosiddetta "ipertrofia prostatica benigna" e che causa i ben noti disturbi urinari.

Da un punto di vista ghiandolare, la prostata è costituita da 25-30 piccole unità localizzate nella zona perfierica che prendono il nome di "acini", ognuna delle quali è in collegamento con la parte esterna mediante un piccolo dotto che si riversa nell'uretra. Ogni acino prostatico contribuisce alla produzione di un liquido che, ad ogni orgasmo, viene espulso mediante una contrazione dei tessuti che circondano questi acini. Altre importanti strutture anatomiche che vengono spesso trascurate sono le vescicole seminali. Queste ghiandole si trovano dietro la parte inferiore della vescica e producono un fluido necessario per la sopravvivenza extracorporea delle cellule spermatiche.


Non tutte le funzioni fisiologiche della prostata sono ad oggi conosciute, tuttavia, una delle principale funzioni è di fornire parte del fluido necessario all'eiaculazione. Tale fluido, mescolato con quello proveniente dalle vescicole seminali, forma il liquido seminale o sperma. Gli spermatozoi, prodotti nei testicoli, giungono alla prostata attraverso dei condotti chiamati vasi deferenti e da qui passano nei dotti eiaculatori dove, durante l'orgasmo, si mescolano con il secreto prostatico e con il liquido proveniente dalle vescicole seminali.
 
Links Correlati
· Altri di Anatomia e fisiologia
· Articoli da aispep


Articolo più letto relativo a Anatomia e fisiologia:
Cenni di anatomia e fisiologia della ghiandola prostatica


Vota questo articolo
Punteggio medio: 4.06
Voti: 75


Per favore prenditi un secondo e vota per questo articolo:

Eccezionale
Molto buono
Buono
Così così
Scarso



Opzioni

 Pagina Stampabile  Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico  Invia questo Articolo ad un Amico




Tutti i loghi e i marchi sono dei rispettivi proprietari. I commenti sono di chi li posta, tutto il resto © 2004 aispep.it.
Sito realizzato con PHP-Nuke. Tutti i diritti riservati. PHP-Nuke è software libero rilasciato sotto licenza GNU/GPL.
Generazione pagina: 0.077 Secondi